Le Furie


ANDRA' TUTTO BENE
ISH010
STRATEGIC
Release date 2012

CD

A volte attraverso un solo disco si può capire tutta la strada fatta in decenni da un genere musicale. Non è detto che sia un album che diverrà famoso, (o forse ), che svetterà in cima alle classifiche (ma perché no). Di certo c’è che quel disco, a suo modo, finisce per essere la pietra angolare di un percorso, e per travalicare il suo stesso significato diventando il simbolo di qualcos’altro.

C’è tutto il DNA del rock italiano nel disco d’esordio de LeFurie, e questo vuole essere decisamente un complimento, perché in realtà è nel loro suono che confluisce tutto questo per diventare una cosa sola. Dal beat degli anni ’60 al progressive dei ’70, dalla darkwave anni ’80 al grunge anni ’90, fino al postrock del nuovo millennio, tutto si coniuga meravigliosamente all’interno di questo album.

Vuole essere un complimento anche perché questo lavoro mette in luce una decisa maturità sonora, propria di una band fatta e finita. Del resto il progetto originario da cui seguita la line-up attuale de LeFurie – i TooMuchBlond – nasce a Firenze nel 2004, ben sette anni fa, e ha avuto modo di farsi notare in precedenza.Cambi di formazione e nuove esplorazioni sul suono hanno portato la band ad incontrare poi il produttore Taketo Gohara (Vinicio Capossela, Edda, Pagani, Verdena) e ad entrare con lui in sala alle Officine Meccaniche di Mauro Pagani per la realizzazione di questo lavoro.

Canzoni dirette, essenziali, sorrette da un tappeto ritmico poderoso e da giri armonici quasi classici per come sono felicemente costruiti. Un’ambientazione perfetta per fare da cornice a un cantato emozionale, con parole che lasciano il segno perché sanno farsi spazio ed entrare dentro, e lavorare nel profondo. Un insieme di canzoni che si ascolta tutto d’un fiato, un vero “album”, in cui non c’è soluzione di continuità ma nel quale si finisce per rimanere impigliati, anche per colpa di alcuni indiscutibili gioielli come “Love Affair”, “21 Anni” e “Non c’è Niente”, tanto per fare dei titoli cui riferirsi.

Un album che sembra nato da una lunga gavetta sul palco e che molto probabilmente proprio sul palco dovrà essere riportato per esplodere davvero e completamente. LeFurie dal vivo, del resto, sanno il fatto loro, si dice. Nel frattempo, però, ascoltarlo vuol dire davvero fare la conoscenza con una band che minaccia sfracelli, e che sembra pronta a staccare il biglietto per fare il suo giro sull’ottovolante del rocknroll. Lasciate che LeFurie si prendano cura di voi. Vi piacerà, vedrete.                     






1.Love Affair
2.Banale
3.Non c'è niente
4.Solypso
5.21 anni
6.Mimì Bluette
7.Pausa
8.Il tuo Dio
9.Occhibelli
10.Niche
11.Venerdì